aggiungi al blocco note

Vini e distillati

Le Crêtes

Le Crêtes

Les Cretes, di proprietà della Famiglia Charrère, gestisce 25 ha di vigneto distribuiti in sei comuni valdostani e con la sua produzione di 230.000 bottiglie è l’azienda privata più grande in Valle d'Aosta.

Bernardin Charrère, proveniente dall’attuale Alta Savoia, immigrò in Aymavilles intorno al 1750. Costruì qui l’immobile ancor oggi esistente con cantine e frantoio per le noci. Suo figlio Etienne continuò l’attività inserendo anche la produzione di sidro, che allora andava di moda e rendeva bene. E ancora, Louis - figlio di Etienne - costruì poi un mulino per macinare frumento, segale ed orzo perché ancora una volta così voleva il mercato e chi è lungimirante sa riconoscere i segni e s’adegua. Poi venne Antoine, che continuò l’attività fino al 1955 quando cominciarono ad arrivare da fuori valle oli d’oliva e macinati. Fu allora nuovamente necessario riconvertirsi e la linea scelta questa volta fu quella dei vini pregiati. Ancora una volta, la voglia fu quella di produrre qualità e di avere prodotti particolarmente caratterizzati da forte individualità: si cominciò un’opera sia di livello colturale (con cru vinificati separatamente), sia di marketing territoriale (con l'indicazione geografiche di ciascun vigneto), che a livello storico (fedeltà ai vitigni autoctoni che avrebbero fatto grande la Valle d’Aosta come il petit rouge, il fumin, il prié rouge, il tinturier). Costantino, atletico professore di ginnastica, ha continuato l’opera del papà Antoine e della mamma Ida, dedicandosi con passione alla viticoltura. Dapprima selezionando vitigni che altrimenti si sarebbero persi nelle montagne valdostane: la Premetta (Prié Rouge), rarissimo vitigno in via di estinzione, le cui uve sono ora vinificate in purezza secondo un protocollo innovativo in spumante metodo classico, il Fumin, altro ceppo "autoctono", salvato dall’estinzione e vinificato con dei risultati eclatanti (tanto da meritarsi già nel 1999 l’attenzione della critica Nazionale con "Il sole di Luigi Veronelli"). E il Petite Arvine, altro vitigno autoctono che dà un vino di grande fascino e molto ben giudicato dagli appassionati e dai critici. Successivamente, lasciato l’insegnamento, Costantino si è dedicato completamente alla sua passione per il vino e ha realizzando quella che è ora Les Cretes, sempre in Aymavilles, impiantando anche nuovi vigneti negli altri comuni della Valle d’Aosta. Ma per raccontare questa avventura enoica, non possiamo non raccontare l'infanzia e l'adolescenza delle due figlie di Costantino, Elena che oggi ha 34 anni e Eleonora, che ne ha 31: avevano il compito in Azienda di procurare coccinelle: sì, coccinelle! Venivano catturate nei prati di montagna intorno a Ozein, a mezz’ora da Aymavilles, inserite nei piccoli astucci di cartone e trasportate con cura per essere liberate in vigna ove avrebbero compiuto la loro opera divorando gli acari nocivi: alle bambine, divertite molto più che da un giocattolo, non restava che fermarsi a guardare.
    A cura di
    Gambero Rosso
    VOTA:

    INFO

    • VOTO: nessuno
    • LES CRÊTES
      loc. Villetos, 50
      11010 Aymavilles (AO)
      tel. 0165.902 274
      fax 0165 902 758
      www.lescretes.it

    EVENTI

    A TAVOLA

    NIGHTLIFE

    ACCOGLIENZA

    Blocco Note / tot appunti: 0

    Info

    Per vedere il tuo blocco note, clicca qua

    A TAVOLA: 0
    NIGHTLIFE: 0
    OSPITALITÀ: 0
    EVENTI: 0
    MADE IN ITALY: 0

    Cerca in - Vini e distillati

    Proponi la tua struttura

    Sei proprietario di un ristorante, albergo o locale? Scopri come pubblicare una scheda della tua struttura sul sito.

    Ragione sociale